L’arte del teatro, nelle scuole Waldorf, è materia di studio. Nella classe ottava, che coincide con quella che molti conoscono come terza media, i ragazzi allestiscono un vero e proprio spettacolo teatrale. Tutto è da loro realizzato a partire dai vestiti di scena fino alla coreografia. Lo spettacolo che vedrete in questo servizio si intitola ‘La conferenza degli uccelli’.

La conferenza degli uccelli è un poema persiano del dodicesimo secolo che racconta come, per sottrarsi al caos e alla disperazione che opprimono il mondo, l’Upupa raccolga la moltitudine degli uccelli e la guidi alla ricerca di un re perduto, Simurg, che si dice abbia tutte le risposte. È l’inizio di un viaggio meraviglioso e tremendo verso la dimora di Simurg, protetta da sette misteriose valli. In ognuna, gli uccelli dovranno affrontare insidie mortali: ma chi riuscirà a superarle otterrà una rivelazione inattesa. I versi di Farīd ad-Dīn ‘Attār – di cui quasi nulla si sa, tranne che a un certo punto della vita intraprese un lungo viaggio dalla Persia fino alla remota India – incantano da sempre chi li legge o li ascolta.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata