Dopo il confronto nell’Osservatorio Tamoil la società canottieri Bissolati tira dritta verso l’accertamento del danno esistente e imputabile all’inquinamento ancora in essere della raffineria Tamoil. Altri due punti di carotaggio sono stati allestiti oltre a quelli che hanno recentemente consentito di rilevare la presenza di surnatanti in falda. e si procederà ancora. Ma la necessità è quella di aggiornare i protocolli, effettuare rilevamenti seri e soprattutto impedire qualsiasi azione sui terreni interni ed esterni a Tamoil a meno che non si tratti di bonifica. 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata