Leal e il mondo animalista festeggiano la sentenza del consiglio di Stato che condanna definitivamente la condotta dell’amministrazione della Provincia di Trento per quanto riguarda la gestione degli orsi e le linee guida approvate nel giugno scorso. La sentenza infatti determina l’illegittimità dei provvedimenti sull’abbattimento dei plantigradi considerati problematici senza previa autorizzazione dell’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale. L’ultima parola chiude la questione che aveva già portato Leal a presentare un ricorso al Tar.

 L’abbattimento degli orsi bruni potrà avvenire solo in alcune condizioni ma servirà una valutazione e un’autorizzazione, nel rispetto del Piano d’Azione interregionale per la conservazione dell’Orso Bruno sulle Alpi centro-orientali, che coinvolge anche Veneto,, Friuli Venezia Giuli a eministero dell’Ambiente. 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata