E’ stata scritta la parola fine ad una bruttissima vicenda di maltrattamenti nei confronti degli animali nella provincia pavese. Dopo la denuncia della Leal, la lega antivivisezionista, la Procura di Pavia, ha disposto il sequestro preventivo dei 22 bovini del “Podere Il Santo” a Rivanazzano Terme sopravvissuti alle gravi privazioni di cibo e acqua che hanno visto la morte di decine e decine di capi nel corso del tempo. Solo negli ultimi tre mesi sono ben nove i bovini adulti e un vitellino che sono deceduti per la malnutrizione e le condizioni precarie di salute. Come documentano le immagini diffuse da Leal  e UTI, Unione Tutela Individui,  le due associazioni che hanno denunciato l’azienda, gli animali erano estremamente magri, con difficoltà di accesso agli abbeveratoi, nonché la loro agonia di giorni sdraiati in mezzo al fango senza alcun tipo di soccorso o assistenza veterinaria. Ora i bovini sono stati affidati alla custodia del Primo cittadino e della proprietaria. LEAL e UTI si sono attivate per trovare a tutti i bovini una collocazione presso dei rifugi per animali che finalmente garantiranno loro una vita libera da ogni tipo di sfruttamento. LEAL ha aperto una sottoscrizione di fondi per le loro cure e il loro mantenimento. 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata