I fotorecettori della retina, il tessuto nervoso preposto all’elaborazione delle immagini, vengono dolcemente stimolati dalla fotobiomodulazione (PBM-PhotoBioModulation) che trova indicazione nelle patologie oculari degenerative, in particolare nella maculopatia di tipo secco (AMD).
In questo video appare evidente come il trattamento sia un’esperienza tranquilla e piacevole per il paziente. Allo Switzerland Eye Research Institute la procedura si caratterizza per il particolare Lugano Protocol, il protocollo applicativo messo a punto dal dottor Pinelli e citato da diverse pubblicazioni scientifiche, che prevede un particolre modello di erogazione di frequenze luminose modulate che operano in sinergia con nutraceutica specifica.

PER SAPERNE DI PIU’ E PORRE DOMANDE SULLE PROPRIE PATOLOGIE

NUMERO VERDE

800 686 966

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata