Nelle giornate con più alti livelli di inquinamento dell’aria di Pm10 e Pm 2,5 si registra un picco di casi di aritmie cardiache potenzialmente fatali. E’ quanto emerge da uno studio effettuato a Piacenza e presentato al congresso scientifico della European Society of Cardiology in corso a Madrid fino al 24 maggio. La ricerca nasce da un’osservazione presso il pronto soccorso dell’ospedale Maggiore di Bologna.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata