Cremona. Oggi è stato il giorno della seconda udienza davanti al tribunale civile di Roma della causa legale allo Stato Italiano, promossa da 200 cittadini, 24 associazioni e oltre 100 tra comitati e movimenti per il clima. A Cremona un flash mob ha portato voce e sostegno alla campagna “Giudizio Universale”, che vede sotto accusa la condotta illecita dell’Italia nel disattendere normative e accordi internazionali a tutela dell’ambiente.

Susanna Grillo

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata