Cremona. Il caro carburante, giustificato dalla crisi bellica, non convince i consumatori, che si sentono in balia delle speculazioni e di interessi economici indipendenti dal contesto geopolitico. Codacons raccoglie il malcontento e presenta un esposto nelle Procure Italiane per vederci chiaro. Anche a Cremona i listini alla pompa aumentano.

Susanna Grillo

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata