Il premier Mario Draghi ha ringraziato l’aula del Senato che ha approvato la risoluzione di maggioranza. Nel testo passato con 219 sì e 20 no c’è l’ok alle armi a Kiev ma con la necessità di continuare a coinvolgere le Camere. Poi l’impegno a “esigere” il ritiro russo affiancato da “iniziative utili alla de-escalation”. Su questo argomento abbiamo sentito il commento dell’avvocato Marco Mori.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata