Cremona Dopo anni di chiusure e restrizioni, con ristori talmente risicati da non riuscire a coprire, talvolta, nemmeno le spese di manutenzione, ora la situazione per i centri sportivi cremonesi è pesante. Non solo: è peggiorata. I rincari di luce, gas e materie prime stanno nuovamente mettendo in ginocchio le strutture che, soprattutto d’estate, accolgono migliaia di iscritti. Le bollette sono infatti stellari. Tutto questo si riversa sui soci, a partire dalla quota da versare, per arrivare poi all’erogazione dei servizi e delle attrezzature sportive.

Claudia Barigozzi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata