Bergamo E’ stato trovato due giorni fa senza vita nel suo Suv e si è pensato ad un malore ma oggi il colpo di scena. Angelo Bonomelli, classe 1942, noto imprenditore, fondatore di “Villa Ortensie”, lo storico centro termale di Sant’Omobono, è stato ucciso. A confermarlo le indagini dei carabinieri che hanno arrestato quattro persone. Si tratta di un uomo di 33 anni con cui Bonomelli aveva appuntamento al bar, un pensionato di 68 anni e due disoccupati, un ragazzo e una ragazza, di 23 e 24 anni. Tutti sono italiani, residenti nella Bergamasca e già noti alle forze dell’ordine per reati contro il patrimonio. Sono accusati di omicidio volontario e rapina in concorso. Secondo quanto ricostruito dai militari dell’arma, i quattro avrebbero somministrato all’ottantenne un narcotizzante, mescolandolo in una bevanda che gli avrebbero offerto in un bar di Trescore, dove uno di loro si doveva incontrare con Bonomelli per questioni lavorative. L’esame autoptico disposto sul cadavere chiarirà il tipo di sostanza che ha causato poi il decesso. Il delitto risale al tardo pomeriggio di lunedì e ad insospettire i famigliari e gli inquirenti è stata l’assenza di cellulare, orologio d’oro e denaro dal portafogli che ha fatto pensare ad una rapina. Angelo Bonomelli era molto conosciuto in provincia di Bergamo: lo scorso 29 aprile aveva compiuto 80 anni e cinquant’anni fa aveva fondato l’azienda di onoranze funebri Bonomelli, oggi gestita dal figlio, con sede principale a Trescore e filiali in tutto il bergamasco. Inoltre Bonomelli aveva fondato, trent’anni fa, il centro termale ‘Villa Ortensie’ di Sant’Omobono, in valle Imagna, che gestiva ancora oggi. Il signor Bonomelli per anni ha collaborato con Telecolor, con il dottor Piero Mozzi con il quale aveva organizzato, presso le terme alcune conferenze adottando il menu dei gruppi sanguigni per gli ospiti del centro. La famiglia Baronio, il dottor Piero Mozzi e tutto lo staff di Telecolor sono molto colpiti dall’accaduto e porgono sentite condoglianze alla famiglia.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata