CODACONS E TAMPONAMENTO IN A21

Il Codacons si è costituito persona offesa nel procedimento penale sul maxi tamponamento in A21 del 5 febbraio scorso, in cui hanno perso la vita due coniugi di Pontevico. Oltre a loro, sono state coinvolte 62 persone, di cui 48 sono state trasferite in ospedale. Da subito si è vista necessaria l’apertura delle indagini per cercare di chiarire l’esatta dinamica e le eventuali responsabilità: attualmente sarebbero 5 gli indagati, 4 automobilisti e un camionista. Il Codacons è intervenuto nella questione in quanto si batte da tempo contro la disattenzione alla guida, soprattutto in una zona notoriamente colpita dalla nebbia. Quando la visibilità è sotto i 100 metri bisognerebbe procedere a 50 km orari, mantenendo un’adeguata distanza di sicurezza per evitare i tamponamenti a catena. Resta il fatto che sarebbero sempre molto utili le safety car, introdotte 30 anni fa e poi abbandonate.