Valanghe con la sabbia del Sahara

Gli sbalzi di temperatura, gli eventi climatici dei giorni scorsi avevano fatto aumentare il rischio di caduta valanghe, su tutta la zona montuosa della Lombardia. Era infatti arrivata neve fresca oltre i 2200 metri di quota, rendendo possibili numerose valanghe. In particolare, sulle montagne della Valtellina si è depositata anche la sabbia del deserto del Sahara, arrivata grazie a un ciclone che avrebbe attirato correnti calde direttamente dal deserto sahariano. Situazioni che hanno suscitato perplessità e stupore.