Vhit di Offanengo: assunti 12 nuovi ingegneri indiani

CREMA. Dodici ingegneri indiani sono stati assunti dalla Vhit di Offanengo, azienda italiana fondata nel 1958 e ora acquisita dalla multinazionale cinese Weifu, che produce componenti per auto. L’ambiente era già multiculturale: i 541 dipendenti sono di 25 nazionalità diverse. Ma ultimamente l’evoluzione del business richiede professionalità che le università italiane da sole non riescono ad offrire. Un esempio della possibilità di crescita professionale è l’ingegner Arora, direttore tecnico, arrivato nel 2016 dall’India.

Paola Talamazzi