Un sit in di protesta contro l’utilizzo degli animali nel circo è in programma domani, sabato 5 settembre, a Curtatone, in provincia di Mantova, nell’area del Gigante alle 16.45. E’ organizzato dalla Lav di Mantova di fronte al Circo Orfei, perché l’associazione “da sempre condanna questa forma di spettacolo superata, legata a un’epoca passata in cui gli animali erano visti come oggetti anziché come soggetti di una vita, senzienti e ritiene che la loro detenzione nei circhi sia ormai inaccettabile. Anche per il modello diseducativo proposto ai più giovani: il dominio del più forte sul più debole, la ridicolizzazione del diverso, la totale mancanza di empatia”. Il responsabile della sezione di Mantova della Lav, Stefano Mondini, ha inoltre sottolineato che “chiunque non sia un ingenuo, per usare un eufemismo, può capire che la vita degli animali nel circo è fatta di violenze e prigionia. L’associazione non è contro i circhi, ma contro l’utilizzo degli animali. Anzi, la Lav sostiene quei circhi dove si esibiscono artisti umani, che hanno liberamente scelto questa attività”. Gli organizzatori, poi, lanciano un apello al Comune di Curtatone perché prenda pubblicamente una posizione su questo tema: se intende seguire l’esempio dei sempre più numerosi comuni (tra cui Mantova) che dicono no al circo con animali, in linea anche con una crescente sensibilità dell’opinione pubblica, l’associazione lo invita ad approvare quanto prima un regolamento ad hoc, e offriamo la nostra collaborazione in tal senso, come stiamo facendo con altri comuni”. Alla protesta di domani aderisce anche il Partito Protezione Animali.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata