Uno studio della National University of Singapore, pubblicato sulla rivista Journal of the American Society of Nephrology rivela il nesso che lega il consumo di carne rossa con il rischio di sviluppare insufficienza renale. Altre sono le fonti di proteine in grado di preservare la salute dei reni, mentre con la carne tali organi non riuscirebbero a svolgere la propria funzione depurativa. Già un altro studio dava importanti risultati su questo fronte: il Singapore Chinese Health Study, uno studio su 63.257 cinesi adulti a Singapore, monitorati per 15 anni. La loro dieta proteica consisteva per il 97% da carne di maiale e lo studio ha potuto constatare che maggiore era la quantità di carne rossa assunta, tanto più il rischio di insufficienza renale aumentava, addirittura arrivando ad una percentuale del 40%. Sostituire sistematicamente una delle porzioni di carne rossa con altre proteine contribuiva invece a ridurre il rischio fino al 62%.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata