Speciale Medicina Amica: Morti in culla

Stefano Montanari, esperto di nanopatologie, insieme alla prof.ssa Gatti presso il laboratorio di Nanodiagnostics di Modena, studia da più di venti anni gli effetti delle polveri sul nostro organismo. In questa puntata speciale di Medicina Amica a cura di Chiara Delogu, gli scienziati Gatti e Montanari ci illustrano i risultati della loro ultima ricerca in merito alle morti in culla.

Negli ultimi anni l’8,2% dei neonati (dati USA CDC) muore per cause sconosciute con un incremento del 2,9% rispetto all’anno precedente. Diverse le cause dichiarate: la posizione a letto, i problemi respiratori, l’età della madre e varie. Ma durante l’osservazione al microscopio dei tessuti cerebrali, gli scienziati hanno potuto constatare la presenza di micro e nanoparticelle che riescono a superare la barriera ematoencefalica, un sistema di sicurezza per impedire al cervello di essere intaccato da sostanze che potrebbero compromettere la vitalità. Durante la ricerca sono state trovate cellule trasformate in pietra: questa capacità si è vista soltanto in alcune foreste che nel corso di milioni di anni hanno trasformato le cellule in carbonio e silicio.

Quali enzimi sono in grado di calcificare i tessuti cerebrali umani? Come e perché avvengono questi fenomeni? Cercheremo di capirlo grazie agli studi degli scienziati Montanari e Gatti.
Non mancate a questo interessante appuntamento con gli studi della Nanodiagnostics.

1 risposta

  1. Michela

    Buongiorno, mi piacerebbe che poteste affrontare con il Dott. Montanari e con la Dott.ssa Gatti il tema chemioterapia e anche cibo transgenico. Credo siano temi molto interessanti e accennati già dal Dott. Montanari stesso.
    Grazie, Michela

    Rispondi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata