(Cr) Ancora rincari nel carrello della spesa

Cremona. Cala l’inflazione, ma gli aumenti nel carrello della spesa non accennano a diminuire. A toccare con mano sono i cittadini cremonesi, molti dei quali rinunciano all’acquisto di alcuni beni nei supermercati preferendo i banchi del mercato in cerca di convenienza. A salire è lo zucchero, che rispetto allo scorso anno aumenta del 55%. Segue l’energia elettrica sul mercato libero (+44%, ma in netta flessione rispetto al +101,3% di febbraio e al +174,8% di gennaio) e il gas, che sempre sul mercato libero cresce del +42% (contro il +117,8% di gennaio). Numerosi rincari riguardano i prodotti alimentari. A marzo il riso aumenta del +41,7%, il latte conservato del 34,6%, l’olio di semi del 31,4%, i formaggi del 28,9%, la margarina del 28,4%, l’olio d’oliva del 27%, il burro del 24,9%, il pane confezionato del 24,1%. Sono numerose le voci al rialzo e coprono vari aspetti della vita quotidiana. Ad esempio i prodotti per animali domestici si impennano del 14,3%.

 

Sara Polgati