Massimo Rodolfi, presidente dell’Associazione “Riprendiamoci il pianeta”, movimento di resistenza umana, è stato ospite nei nostri studi con Chiara Delogu, per parlare delle scie chimiche. Da anni i nostri cieli sono striati da queste scie provocate dagli aerei di linea e da quelli militari. Secondo l’associazione “Riprendiamoci il pianeta” queste scie provocherebbero profondi cambiamenti climatici e sarebbero il frutto di esperimenti militari. Le misurazioni di alcune precipitazioni registrate in Emilia Romagna da Massimo Rodolfi, dimostrano che la mano dell’uomo incide pesantemente sugli eventi catastrofici che hanno caratterizzato gli ultimi anni: terremoti, precipitazioni violente, tzunami ed episodi di  siccità, sempre secondo Rodolfi, sarebbero causati da una guerra meteorologica in atto.

Per informazioni:

www.riprendiamociilpianeta.it

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata