Adriani: nasce la prima filiera di legumi sostenibile

Miglioramento delle performance coniugato con la sostenibiltà ambientale e sociale: sono gli obiettivi del progetto di filiera di legumi sostenibili, il primo in Italia, realizzato dall’azienda Andriani, di Gravina di Puglia, in collaborazione con Horta, spin-off dell’Università Cattolica di Piacenza.

Filippo Capurso, sustainability coordinator di Andriani ha presentato a Bari – nel corso dell’incontro organizzato dal Salone della Csr presso Confindustria Bari-BAT come settima tappa de i Territori della sostenibilità – i dettagli del progetto che prevede la verifica e misurazione di una serie di parametri lungo tutta la filiera degli agricoltori che collaborano con l’azienda. Un protocollo che permette di avere sempre sotto controllo grazie agli indicatori di sostenibilità la reale adesione agli obiettivi di salvaguardia ambientale e responsabilità d’impresa fissati dal progetto.

Andriani, considerata fra le più importanti aziende dell’innovation food con stabilimento interamente dedicato alle produzioni allergen free, nel 2018 ha destinato alle diverse strategie di Csr 4 milioni di euro su di un fatturato di circa 54 milioni. Tra i diversi progetti presentati a Bari anche lo studio per il recupero della pula di grano saraceno per un riutilizzo nell’edilizia e nell’arredo.

E ancora un l’impianto di trigenerazione, il riciclo di acque reflue, il programma di mobilità sostenibile per i lavoratori del gruppo. Con la sua testimonianza Andriani si colloca senza dubbio tra i migliori esempi di imprenditorialità responsabile che il giro di Italia dei Territori della sostenibilità ha incontrato nel suo tour.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata